Un percorso formativo per l’innalzamento dell’obbligo scolastico

Il progetto della rete scolastica del saronnese

"Progetto mongolfiera"

S. M. S. "A. Manzoni" Uboldo

S. M. S. "A. De Gasperi" C. Pertusella

S. M. S. "A. Moro" Cislago

S. M. S. "L. Da Vinci" Saronno

S. M. S. "A. Bascapè" Saronno

S. M. S. "A. Moro" Saronno

ITIS "G. Riva" Saronno

ITCS " G. Zappa" Saronno

IPSIA "A. Parma" Saronno

L. S. "G. B. Grassi" Saronno

L. C. "S. M. Legnani" Saronno

 

 

 

 

 

 

Presentazione "Progetto mongolfiera"

L’elevamento dell’obbligo scolastico di un anno ha ridisegnato compiti e finalità della scuola. La legge 9, del gennaio 1999, che eleva l’obbligo scolastico fino a 15 anni è un traguardo importante del processo di riforma: l’obbligo scolastico, infatti, mira ad elevare il livello d’istruzione della popolazione e affida alla scuola questo obiettivo e soprattutto attribuisce al sistema scolastico il compito di accompagnare i giovani verso un traguardo positivo del percorso di studi scelto.

La legge quindi è tutt’altro che secondaria, indicare il successo formativo come una delle finalità che la scuola deve perseguire e garantire ai giovani in età scolare è un compito piuttosto impegnativo.

Il primo anno di applicazione della legge ha visto la scuola impreparata: possiamo confessarlo senza ipocrisie. La scuola aveva bisogno di tempo per mettere a punto le strategie per approntare le misure adatte a concretizzare il dettato della legge.

Durante l’anno scolastico che si è appena concluso un numero cospicuo di docenti è stato coinvolto in iniziative di formazione sul tema dell’innalzamento dell’obbligo scolastico. A seguito del seminario promosso dalla rete di scuole coordinate dall’ITCS "G. Zappa" di Saronno e tenutosi a Varese il 20 marzo 2000, in molte realtà della provincia si sono costituite reti di scuole che hanno cercato di elaborare progetti sul tema in questione per le scuole del territorio di appartenenza.

L’innalzamento dell’obbligo scolastico, per la prima volta, ha costretto le scuole Medie e Superiori del distretto di Saronno ad interrogarsi su un problema comune e a lavorare insieme.

Si è costituito un gruppo di lavoro, composto di rappresentanti delle scuole del territorio, che ha lavorato alla stesura di un progetto che a partire dallo specifico locale e dalle diversità fra i diversi ordini di scuola, affrontasse le problematiche inerenti all’innalzamento dell’obbligo scolastico e i compiti ad esso connessi per il sistema scolastico del saronnese.

La proposta di lavoro mira soprattutto a valorizzare gli aspetti dell’integrazione presenti nel sistema formativo di un’area territoriale caratterizzata dai medesimi problemi sociali e sostanzialmente omogenea. In questo senso la proposta di prospettare agli studenti della scuola media di condurre esperienze di apprendimento, attraverso moduli didattici appositamente costruiti, nell’ambito della scuola media superiore ci sembra particolarmente qualificante.

Il progetto è attento alla definizione di materiali di monitoraggio per costruire un repertorio di informazioni capace di rappresentare una fotografia attendibile degli alunni e dei bisogni formativi degli allievi e delle aspettative delle famiglie. Il gruppo di progetto ritiene che i materiali forniti alle scuole per avviare l’attività nel rispettivo istituto consentano di affrontare con metodo e coerenza i problemi didattico/pedagogici relativi sia agli obblighi della "scuola di base" sia ai nuovi compiti della scuola media superiore.

Sappiamo che il progetto è carente sotto alcuni profili, ad esempio quello delle possibili convenzioni con il mondo della Formazione Professionale. E’ stata una scelta consapevole, non abbiamo voluto sovrapporre o giustapporre nostre ipotesi, si è preferito rimandare la messa a punto del progetto, da questo punto di vista, ai prossimi mesi quando saremo chiamati a fare fronte a questo nuovo capitolo del problema.

I materiali sono la sintesi di esperienze già in corso in alcune scuole del distretto, altri materiali sono stati appositamente elaborati, tutti sono stati discussi collegialmente e assunti dal gruppo di progetto. Essi sono organizzati in un percorso graduale e ordinato che dovrebbe consentire di accompagnare lo studente dalla "scuola di base" alla scuola media superiore senza traumi ed esaltando le potenzialità della didattica orientativa. Dovrebbe pure consentire agli studenti del primo anno delle superiori, ultimo anno dell’obbligo scolastico, di "circolare liberamente" nel sistema scolastico e della formazione professionale evitando inutili interruzioni e frustranti perdite di tempo.

I protagonisti di quest’esperienza, non è secondario ricordarlo, hanno condotto una prima e innovativa esperienza di formazione/autoformazione professionale mettendo in pratica quelle possibilità offerte dall’articolo 6 del Regolamento dell’Autonomia che attribuisce alle scuole singolarmente o tra loro associate …l’autonomia di ricerca, sperimentazione e sviluppo tenendo conto delle esigenze del contesto culturale, sociale ed economico delle realtà locali.

Infine, senza inutili trionfalismi, si può pure affermare che i partecipanti al gruppo di progetto hanno dimostrato che nel sistema scolastico locale esistono sufficienti competenze per elaborare progetti organici rispondenti ai bisogni formativi dell’utenza del territorio.

Presumiamo che quanto si è fatto fin qui precostituisca un iniziale esperimento di rete: sicuramente sono state utilizzate consapevolmente le opportunità offerte dall’autonomia scolastica.

Abbiamo chiamato il nostro lavoro "Progetto Mongolfiera", perché la mongolfiera è stata un mezzo che ha consentito all’uomo di volare. Raggiungere elevati livelli d’istruzione, sviluppare la persona umana, sono finalità che mirano a far esercitare un reale diritto di cittadinanza, possibile nella "società della conoscenza" solo a coloro che avranno un elevato grado d’istruzione. Il sistema formativo deve quindi "volare", quanto meno inerpicarsi per i nuovi sentieri indicati dalla legge dell’innalzamento dell’obbligo scolastico, convinti però che la riuscita della sfida sarà possibile a condizione che la società nelle sue diverse articolazioni sostenga coerentemente il mandato sociale affidato alla scuola nel campo dell’elevamento dell’obbligo scolastico.

Consegniamo il progetto che sarà reperibile sul sito (http://www.itczappa.it) dell’ITCS "G. Zappa" di Saronno ai collegi delle nostre scuole con l’auspicio che lo assumano nei rispettivi piani dell’offerta formativa, ne sperimentino l’utilità e formulino tutte le osservazioni utili per la sua messa a punto definitiva.

 

Il Gruppo di Lavoro del Distretto di Saronno

"Innalzamento Obbligo Scolastico"

Saronno, 12 giugno 2000

 

 

 

 

 

 

SCHEDA PERSONALE DI PRESENTAZIONE AL CICLO SECONDARIO

ANNO SCOLASTICO 200… / 200…

COMUNE DI RESIDENZA/ DOMICILIO ( indicare entrambi solo se non coincidono)

SCUOLA MEDIA ………………………………DI……………………

Sezione ¨ tempo normale

¨ tempo prolungato

¨ sperimentazione di ………………………..

COGNOME

NOME

Scuola superiore scelta dall'alunno/a :

Motivazioni della scelta ( segnare una o più risposte)

¨ interesse ¨ attitudini ¨ scelta genitori ¨ durata del corso di studi ¨ scelta degli amici

¨ scelta dei compagni di classe ¨ suggerimenti di agenzie esterne ¨ indicazioni del consiglio di classe ¨ altro……………..

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Parere orientativo del consiglio di classe

L'alunno

1.Partecipa all'attività didattica in modo

¨ attivo e propositivo ¨ attivo ¨ solo se sollecitato

¨ passivo

2.Assolve i suoi impegni di studio in modo

¨ puntuale e responsabile ¨ regolare ¨ superficiale

¨ saltuario

3. Nelle relazioni con i compagni si mostra

¨ attivo ¨ collaborativo ¨ dominante ¨ costruttivo ¨ passivo ¨ oppositivo ¨ gregario ¨ distruttivo ¨ altro…….

4.Si organizza in modo

¨ autonomo ¨ talvolta guidato ¨ spesso guidato

5.Ha raggiunto i seguenti livelli di competenza

linguistiche

Matem./scientif.

operative

espressive

motorie

Alto

Medio - alto

Medio

Medio - basso

Basso

6.Mostra particolari attitudini nelle seguenti discipline:

Corso di studi consigliato:

Durata…..anni

Eventuali annotazioni…………………………………………………………………………………………………………………………

Insegnante referente del C. di Cl. a cui fare riferimento per ulteriori informazioni:………………

………………………………………………………..

 

 

data……………………………………

Il coordinatore del C. di Classe

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROCEDURE RACCORDO PDH

(Qualora i genitori non intendano richiedere il sostegno anche nelle scuole superiori, la documentazione non deve essere trasmessa senza autorizzazione)

 

invio, dopo iscrizione, P.E.I. e profilo dinamico-funzionale con segnalazione di necessità di particolari strumentazioni didattiche;

eventuale visita della scuola media inferiore (su segnalazione della stessa) da parte di un docente del CdC (se già individuato) o di un componente del gruppo H della scuola superiore;

eventuale visita della scuola superiore da parte dell’alunno con l’insegnante di sostegno (previa autorizzazione dei genitori) alla presenza di un docente referente;

invio relazione finale sui risultati raggiunti e fascicolo personale;

incontro tra insegnante di sostegno e coordinatore scuola media e CdC scuola superiore per presentazione caso e definizione modulo accompagnamento;

attuazione modulo di accompagnamento (precedentemente concordato nei tempi e nelle modalità) di 6/10 ore di compresenza dell’insegnante di sostegno della scuola media nella classe in cui è stato inserito il pdh.

INFORMAZIONI UTILI

Nome e cognome dell'alunna/o_________________________________________

Nel garantire il massimo riserbo sulle informazioni fornite, si invitano i genitori a compilare la presente scheda elaborata dal Gruppo di Coordinamento connesso all'elevamento dell'obbligo scolastico. Gli elementi acquisiti saranno utilizzati dai docenti del consiglio di classe unicamente allo scopo di definire gli opportuni interventi educativi e didattici nel rispetto della personalità dell'alunno. Vi ringraziamo per la collaborazione.

  1. CONDIZIONI GENERALI DI SALUTE ( ha avuto malattie particolari?)

________________________________________________________

2. PRESENTA PAURE O STATI D'ANSIA RILEVANTI?

________________________________________________________

________________________________________________________

3. PRESENTA ALLERGIE PARTICOLARI?

__________________________________________________________ __________________________________________________________

4. PRESENTA MALATTIE PARTICOLARI? SI' NO

Se sì, quali? __________________________________________________________

5. ASSUME FARMACI PARTICOLARI? SI' NO

Se si', quali?______________________________________________

Con quale frequenza?_____________________________________

6. IN RELAZIONE ALLE MALATTIE/ALLERGIE INDICARE LE MODALITA' DEL PRIMO SOCCORSO____________________________________

__________________________________________________________

7. ALTRE INFORMAZIONI CHE SI RITIENE UTILE FORNIRE

__________________________________________________________

PASSAGGIO SCUOLA MEDIA – SCUOLA SUPERIORE

 

Strumenti:

1) SCHEDA PERSONALE DI PRESENTAZIONE AL CICLO SECONDARIO - presentazione dell’alunno alla scuola media superiore

 

2) PROPOSTA DI MODULI DIDATTICI VERTICALI (ipotesi di lavoro per una didattica orientativa): moduli orientati ai saperi specifici dei tipi di scuola superiore (4 moduli)

 

 

3) INSERIMENTO ALUNNI DI SCUOLA MEDIA IN UNA CLASSE I SUPERIORE

laboratorio attività sportiva

ORIENTAMENTO-ACCOGLIENZA

 

 

LA PRIMA FASE:

ATTIVARE UN COLLOQUIO PRELIMINARE TRA I DOCENTI DEL CONSIGLIO DI CLASSE E I GENITORI DELLE CLASSI INIZIALI (IN PARTICOLARE PER PRIMA CLASSE SUPERIORE).

OBIETTIVI

TEMPI

MODALITA'

  • Consentire ai genitori di conoscere i docenti in un tempo ancora neutro, cioè non contaminato da elementi legati al profitto degli alunni

  • Permettere ai genitori di segnalare le proprie aspettative e quelle dei figli nei confronti della scuola

 

  • Dare l'opportunità ai docenti di acquisire informazioni utili per conoscere l'iter formativo dei ragazzi, il contesto e le eventuali difficoltà attraverso cui tale percorso si è sviluppato

  • Entro la 2^3^ settimana di scuola

  • Meglio se un sabato mattina, per avere la garanzia di una maggiore partecipazione

  • Durata dell'incontro: 2.30

  • Lo staff (dirigente e o funzione obiettivo) dato il benvenuto
  • illustra gli elementi qualificanti del POF e di eventuali progetti che coinvolgono la classe in questione (sperimentazione o altro)

  • I docenti del Consiglio di Classe, dopo essersi presentati, si rendono disponibili - in gruppi di due/tre insegnanti - ad avere un colloquio con i singoli genitori

FINALITA’: COSTRUIRE INSIEME ALLE FAMIGLIE IL PATTO EDUCATIVO COME CONDIZIONE INDISPENSABILE PER LA GARANZIA DEL SUCCESSO FORMATIVO.

 

 

 

 

 

 

 

 

UN PERCORSO POSSIBILE PER IL CONFRONTO CON LE FAMIGLIE UN IPOTESI DI SCALETTA PER IL COLLOQUIO

Il docente avrà cura di utilizzare il modello soprattutto come schema mentale del colloquio che deve essere il più possibile libero e non orientato. Eventuali appunti saranno presi tra un colloquio e l'altro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Passaggi e Passerelle

I Passaggi e le Passerelle sono strumenti che acquistano il loro significato nell’ambito dell’applicazione della normativa relativa al Nuovo Obbligo Scolastico.

Viene affidato

 

 

La riuscita del "Progetto Passaggi e Passerelle" prevede che siano preventivamente realizzate alcune condizioni:

 

 

 

PROGETTO PASSAGGI E PASSERELLE–1^Parte

 

 

Obiettivi

Strumenti

Tempi

  • Sommaria individuazione degli studenti che intendono:

  • cambiare indirizzo di studi
  • scriversi ad un CFP

  • questionario di indagine per gli studenti
  • analisi dei pareri dei genitori
  • " " " " docenti della SM di provenienza

  • Inizio di anno

(Settembre-Ottobre)

  • Dotarsi di uno strumento chiaro e vincolante

  • Formalizzazione della convenzione con i CFP

  • Novembre

  • Individuazione più chiara di quanti intendono cambiare indirizzo di studi

  • Questionario dopo i risultati interquadrimestrali
  • Colloqui tra genitori, tutor, ed esperti orientatori

  • Dicembre

  • Riorientamento e costruzione moduli passerella

  • Monitoraggio in rete sulle offerte di riorientamento( moduli, progetti di recupero e/o approfondimento).
  • Migliore conoscenza dell’offerta formativa presente sul territorio, anche attraverso la diretta partecipazione ad alcune ore di lezione presso la scuola dell’indirizzo scelto

  • Gennaio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROGETTO -2^Parte

MODULO PASSERELLA

Obiettivi

Strumenti

Discipline comuni

  • Individuazione di moduli di integrazione

  • Definizione delle modalità di valutazione

  • Dialogo docenti dei C.d.C. delle 2 scuole:
  • Realizzazione di moduli di integrazione da parte della scuola di provenienza, utilizzando gli IDEI,o altre modalità

Discipline presenti solo nella scuola di destinazione

  • Individuazione di moduli di raccordo
  • Definizione delle modalità di valutazione

  • Dialogo docenti dei C.d.C. delle 2 scuole

  • Realizzazione di moduli di raccordo svolti dai docenti della scuola di provenienza o dai docenti della scuola di destinazione, se necessario, utilizzando gli IDEI oppure mediante partecipazione, eventuale, a corsi di recupero di quest’ultima

MODULO PASSAGGIO

LUNGO ( inserimento al 2° anno di CFP)

BREVE (inserimento probabile al 1° anno)

Obiettivi

Strumenti

Obiettivi

Strumenti

  • Individuazione dei moduli da realizzare presso la scuola di provenienza
  • Di quelli da realizzare presso il CFP di destinazione
  • Definizione delle modalità di valutazione

  • Dialogo docenti CdC e CFP
  • Realizzazione dei moduli presso la scuola di provenienza, utilizzando gli IDEI o altre forme (es. docenti in organico funzionale)
  • I CFP realizzano i loro moduli

  • Individuazione e realizzazione di proposte formative che possano interessare ed allo stesso tempo arricchire il bagaglio di conoscenze dello studente
  • Realizzazione di moduli che consentano una migliore coscienza di sé

  • Docenti della scuola
  • Enti, agenzie esterni

 

 

A conclusione del Modulo Passaggio, come di quello Passerella sono poi previsti

Ipotesi di questionario da somministrare a ottobre per verificare come ha funzionato l'azione di orientamento e per monitorare quanti si iscrivono solo per l'obbligo

 

 

Un’indagine e un primo bilancio

sulla scelta della scuola

Compiere delle scelte non è mai cosa semplice.

Il questionario che ti proponiamo vuole essere uno strumento per riflettere su un momento importante della tua vita scolastica: l’ingresso nella scuola media superiore

 

NOME ………………………………..CLASSE………

SCUOLA MEDIA DI PROVENIENZA…………………………………………………...

 

  1. Prima di arrivare in questa scuola hai sicuramente avuto modo di informarti sulle opportunità che si aprivano dopo la terza media.

Come? (segna anche più di una risposta, barrando la lettera corrispondente)

  1. Hai partecipato presso la tua scuola ad incontri di orientamento con insegnanti delle scuole

medie superiori ed altri esperti

B. Hai consultato guide e opuscoli informativi

C. Hai partecipato a giornate di "scuola aperta" in vari istituti

D. Hai avuto notizie da parenti/conoscenti/amici

E. Hai visitato gli stand dell’ Informagiovani

  1. Ti sei rivolto a sportelli di orientamento attivati da scuole o altri enti

G. Altro…………………………………………………………………………………

  1. Tra le fonti di informazione sopra elencate quali ritieni siano state più efficaci?
  2. ( Segnalane due, riportando la lettera corrispondente)

    LA SCUOLA

  3. Come hai conosciuto le opportunità formative offerte dal nostro Istituto?

  1. Grazie alla presentazione che ne hanno fatto alcuni insegnanti della…..presso la

tua scuola media

H. Attraverso opuscoli/ depliant o altre pubblicazioni

I. Partecipando alla giornata di "scuola aperta" organizzata dall’….

  1. Grazie agli stand e/o al materiale fornito dall’Informagiovani
  2. Rivolgendoti allo sportello di orientamento attivato dalla scuola

N. Altro……………………………………………………………

4.Tra le modalità che hai appena segnalato quali ti sono sembrate più efficaci?

 

 

5.Quali modifiche apporteresti agli interventi informativi con cui sei venuto in contatto?

O. Nessuna

P. Più tempo a disposizione per l’orientamento in genere

Q Informazioni più dettagliate sulle scuole superiori

  1. Maggiori possibilità di dialogo con gli insegnanti delle superiori
  2. Maggiori informazioni sulle possibilità di specializzazione e di occupazione
  3. Altro…………………………………………………………………………

  1. Quali altre iniziative di informazione-orientamento ti sentiresti di proporre?

………………………………………………………………………………………………

 

LA SCELTA

7.La scelta di iscriversi ad una scuola media superiore è stata dettata soprattutto dal fatto

che…

A. una nuova legge ha innalzato a 15 anni il termine dell’istruzione obbligatoria

B. senza un diploma non si trova occupazione

C. senza un diploma non è possibile proseguire gli studi

D. la tua formazione scolastica andava comunque completata

E. Altro………………………………………………………………………………

 

  1. Una volta ottenute le informazioni su questa scuola quali fattori hanno inciso di più sulla scelta di frequentarla? (segnala i due più rilevanti)

F. L’esame delle tue attitudini

G. Il consiglio orientativo degli insegnanti di terza media

H. Le prospettive occupazionali legate a questo tipo di studi

I. Il desiderio di non perdere alcuni compagni delle medie

L. Il consiglio (volontà ) dei genitori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ipotesi di questionario da sottoporre a novembre per avviare l'azione di eventuale riorientamento

 

 

UN PRIMO BILANCIO

9. A questo punto dell’anno è possibile fare un primo bilancio dell’esperienza avviata in questa scuola. Segnala nella tabella (mettendo una crocetta) la valutazione degli aspetti che ti proponiamo di analizzare.

CONSIDERI….

soddisfacenti

poco

soddisfacenti

insoddisfacenti

Le tue relazioni con i docenti

     

Le tue relazioni con altre figure istituzionali della scuola (preside, vicepreside, ausiliari etc.)

     

I tuoi rapporti con i compagni

     

RITIENI DI …

soddisfacente

poco

soddisfacente

insoddisfacente

Aver acquisito un metodo di studio…

     

Di essere in grado di organizzare il tuo tempo in modo…

     

Di aver raggiunto un livello di acquisizioni complessivamente…

     

  1. Se il quadro che hai appena compilato lascia intravedere o fa emergere la presenza di difficoltà, a quali fattori ti senti di poterle attribuire:

A.. problemi personali (comunque esterni alla scuola ) che ti rendono meno disponibile alle richieste

dell’ambiente scolastico

B. .insufficiente apporto di informazioni/strumenti da parte dei docenti e/o dell’Istituzione

scolastica

C. richieste e carichi di lavoro eccessivi per le tue possibilità

D. lacune nella preparazione di base

E. pigrizia da parte tua

F. discipline che non coinvolgono i tuoi interessi, le tue attitudini

G. altro………………………………………………………………………………………………….

11. Tutto ciò ti porta talora a dubitare dell’adeguatezza della tua scelta? Sì No

12. Se sì, quali opportunità vorresti avere:

H. quella di riflettere meglio sul da farsi, anche con l’aiuto di esperti

I. quella di trovare maggiori sostegni didattici/forme di recupero

L quella di discutere con qualcuno (compresi i tuoi familiari) la possibilità di cambiare corso di studi

 

 

 

AI GENITORI degli studenti di 1^

nome alunno…………………………..

 

 

 

 

Un’indagine e un primo bilancio sulla scelta della scuola

Egregi genitori,

Il presente questionario si propone come strumento di indagine e di riflessione.

Lo scopo è quello di acquisire - e fornire - elementi utili per la valutazione e il miglioramento dell’attività di orientamento promossa a favore degli studenti che fanno il loro ingresso nel nostro Istituto.

Consapevoli che tale attività non può esaurirsi nell’ambito della scuola media, ma che deve coinvolgere tutta la vita scolastica, intesa come percorso atto a far maturare la capacità di compiere delle scelte in modo responsabile, Vi chiediamo di collaborare affinché questa opportunità formativa sia garantita sempre più efficacemente anche nella nostra scuola.

Certi della vostra attenzione

Vi salutiamo cordialmente

Per il dirigente scolastico

…………………………………….

N.B.: Il questionario va compilato e riconsegnato al docente coordinatore di classe – tramite gli alunni – entro il 18 dicembre ‘99

 

 

 

 

 

LE FONTI DI INFORMAZIONE

  1. Prima di iscrivere i vostri figli in questa scuola avrete sicuramente avuto modo di informarvi sulle opportunità che si aprivano loro dopo la terza media.

Come? (segnalate anche più di una risposta, barrando la lettera corrispondente)

  1. partecipando presso la scuola media di provenienza ad incontri di orientamento con insegnanti delle superiori ed altri esperti

B. consultando guide e opuscoli informativi

C. partecipando a giornate di "scuola aperta" in vari istituti

  1. acquisendo notizie da parenti/conoscenti/amici
  2. visitando gli stand dell’ Informagiovani
  3. rivolgendovi a sportelli di orientamento attivati da scuole o altri enti

G. Altro…………………………………………………………………………………

 

2. Tra le fonti di informazione sopra elencate quali ritenete siano state più efficaci?

( Segnalarne due, riportando la lettera corrispondente)

 

 

 

 

 

 

genitori 2

LA SCUOLA

  1. Come avete conosciuto le opportunità formative offerte dal nostro Istituto?

G. Grazie alla presentazione che ne hanno fatto alcuni insegnanti presso la scuola

media frequentata dal figlio/a

H. Attraverso opuscoli/depliant, pubblicazioni della regione o di altri Enti

  1. Partecipando alla giornata di "scuola aperta" organizzata dalla scuola

  1. Grazie agli stand e/o al materiale fornito dall’Informagiovani
  2. Rivolgendovi allo sportello di orientamento attivato dalla scuola

N. Altro……………………………………………………………

  1. Tra le modalità che avete appena segnalato quali vi sono sembrate più efficaci?
  2. Quali modifiche apportereste agli interventi informativi con cui siete venuti in contatto per conoscere il nostro Istituto?

O. Nessuna

P. Più tempo a disposizione per l’orientamento in genere

Q Informazioni più dettagliate sulle singole scuole superiori

R. Maggiori possibilità di dialogo con gli insegnanti delle superiori

S. Maggiori informazioni sulle possibilità di specializzazione e di occupazione

  1. T. Maggior coinvolgimento delle famiglie da parte della scuola media
  2. U. Maggior coinvolgimento delle famiglie da parte delle scuole superiori

  3. V. Altro……………………………………………………………………………………………

  1. Quali altre iniziative di informazione-orientamento vi sentireste di proporre?
  2. …………………………………………………………………………………………………………

  3. La scelta di iscrivere vostro figlio ad una scuola media superiore è stata dettata soprattutto dal
  4. fatto che…

    A. una nuova legge ha innalzato a 15 anni il termine dell’istruzione obbligatoria

    B. senza un diploma non si trova occupazione

    C. senza un diploma non è possibile proseguire gli studi

    D. la formazione scolastica di vostro figlio/a andava comunque completata

    E. Altro…………………………………………………………………………………………….

  5. Una volta ottenute le informazioni su questa scuola, quali fattori hanno inciso di più sulla scelta di farla frequentare a vostro figlio/a? (segnalate i due più rilevanti)

E. L’esame delle attitudini, interessi e capacità di vostro figlio

F. Il consiglio orientativo degli insegnanti di terza media

  1. Le prospettive occupazionali legate a questo tipo di studi
  2. Il desiderio di vostro figlio/a di non perdere alcuni compagni delle medie
  3. La vicinanza a casa
  4. Altro…………………………………………………………………………………………………….

 

 

 

 

UN PRIMO BILANCIO

A questo punto dell’anno è possibile fare un primo, sia pur approssimativo, bilancio circa

l’inserimento dei vostri figli nella scuola media superiore.

Gli elementi fin qui emersi circa il loro percorso vi sembra che portino Voi e vostro figlio/a a…

  1. Ritenere adeguata la scelta di questo corso di studi
  2. Ricredervi sulle difficoltà di questo corso di studi
  3. Valutare l’opportunità di riconsiderare la scelta, magari con l’ausilio di esperti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Gruppo di Lavoro del Distretto di Saronno

"Innalzamento Obbligo Scolastico"

 

 

 

Coordinamento Giuseppe Nigro - ITCS "G. Zappa" Saronno

Componenti Eugenio Baccari - S.M.S. "A. Moro" Cislago

Milanesi Walter - S.M.S. "A. Manzoni" Uboldo

Daniela Uboldi - S.M.S. "A. Manzoni" Uboldo

Silvana Cuzzocrea - S.M.S. "A. Manzoni Uboldo

Rosina Rossi - S. M. S. "A. De Gasperi" Caronno Pertusella

Anna Rossato - S.M.S. "L. Da Vinci" Saronno

Caterina Loria - S.M.S. "A. Bascapè" Saronno

Laura Rossi - S.M.S. "A. Bascapè" Saronno

M. Grazia Grignani - S.M.S. "A. Moro" Saronno

Aldo Gatta - ITIS "G. Riva" Saronno

Gabriella Oldrini - ITIS "G. Riva" Saronno

Marisa Fariselli - ITIS "G. Riva" Saronno

Anna Rigatti - IPSIA "Parma" Saronno

Giovanni Puglia - IPSIA "Parma" Saronno

Paola Grisetti - L. S. "G. B. Grassi" Saronno

Renato Pasetti - L. S. "G. B. Grassi" Saronno

Giovanna Ramires - L. C. "Legnani" Saronno

Vito Natale - ITCS "G. Zappa" Saronno